Critici dei progressisti al progetto ECDE

Text auf deutsch

Texto em español

Texto em português

Naturalmente, non tutti i progressisti e di sinistra sono a favore del progetto. Lo vedono come un'ode al capitalismo selvaggio che dovremmo combattere.

La sinistra non ha fatto voto di povertà, la destra e l'estrema destra brasiliana ripetono il mantra “Iphone comunista” e così questo mito emerge come una verità universale. Voglio vivere bene, voglio conforto e una vita decente per la mia famiglia, ma non solo per la mia famiglia, lo voglio per tutti i lavoratori del pianeta. Facciamo parte di questo sistema, è impossibile raggiungere il benessere sociale senza capitale e, ovviamente, domani non rovesciamo il capitalismo.

Quello che vedo è che le persone sono disperate in Brasile, disoccupazione o lavori precari, fame, un aumento assurdo dei prezzi di beni di prima necessità come cibo e gas da cucina, vendita della ricchezza brasiliana senza profitti che genera benefici per la maggioranza della popolazione.

Tendo a fare un'analogia, nel 2016 abbiamo perso una guerra, la destra ha tirato fuori dall'armadio l'estrema destra e ci ha rinchiusi lì, siamo tutti ostaggi di loro, che ora detengono il bottino di quella guerra, tutta la ricchezza del paese, per fare quello che vogliono senza poterlo dire a nessuno.

Ora, se il capitalismo insieme agli ultra / neo / liberali ci ha portato a questo, credo che sia giunto il momento per noi di provare un'altra alternativa di lotta, la rivoluzione può essere raggiunta anche attraverso l'uso delle stesse armi del nemico. L'unico linguaggio che la destra ei suoi cani da guardia capiscono perfettamente è quello del denaro. Quando leggo quello che scrivono in rete i piccoli fascisti e gli altri elettori pentiti del presidente, a disagio con il nostro progetto, mi dà la sensazione che siamo sulla strada giusta. Funzionerà? Non ho la risposta, non lo so, ma quello che so è che mi sono stancato di alzare le mie bandiere in modo che squalificato da tutte le tensioni me le strappi dalle mani, le sputi sopra e le faccia a pezzi, per me è tempo di provare altre alternative di lotta. Come ha detto Lula, i poveri non sono il problema, sono parte della soluzione.

I dispettosi che ci hanno tolto dal potere sanno che siamo migliori di loro nella distribuzione del reddito, nello sviluppo e nell'applicazione di progetti di assistenza sociale, e guardano anche all'economia, i numeri dei governi del lavoro in Brasile parlano da soli rispetto ai governi precedenti, e per quanto chiunque possa essere critico nei confronti dei governi PT, questo non cambia quei numeri, in breve tempo abbiamo fatto di più e meglio e qui sta la nostra forza, possiamo provare a fare come Lula e insegnare loro come gestire il capitalismo in modo che avvantaggi tutti e non solo pochi.

Vorrei dire agli accaniti critici progressisti del nostro progetto, di pensare alle migliaia di persone che ne stanno beneficiando, stanno vendendo i loro prodotti e servizi attraverso la nostra rete di solidarietà e con profitto, stanno pagando i conti in ritardo, nutrendosi i loro figli, ecc. Unisciti al gruppo, conosci le persone, le storie, ne abbiamo già migliaia, e in questo senso Esquerda Compra Da Esquerda è già una storia di successo. Vogliamo responsabilizzare economicamente coloro che rispettano i diritti umani, sociali, del lavoro e l'ambiente e questo sta già accadendo, non hanno bisogno di piacere a noi o quello che facciamo, ma rispettaci, rispetta il dolore di chi è disperato e con nessuna opzione di lavoro e reddito e ricerca di alternative.


Erica Caminha

17 visualizações1 comentário

Posts recentes

Ver tudo